Le misure di sicurezza nelle tecniche di PMA

Intervista al Dr. Peter Lindenberg, anestesista, e Dr. Michael Jemec, ginecologo, del Centro di PMA ProCrea di Lugano.

Dr. Lindenberg , che tipo di anestesia ricevono le pazienti che effettuano un prelievo degli ovociti?

Pratichiamo alle nostre pazienti una cosiddetta sedoanalgesia, abbinando alla sedazione profonda una riduzione dello stimolo doloroso, mantenendo il respiro spontaneo.

Quali sono le misure che adottate in sala operatoria per ridurre il rischio di complicazioni?

Lavoriamo in una sala operatoria “vera” cioè completa di tutte le apparecchiature necessarie per effettuare interventi chirurgici anche maggiori e del personale qualificato e addestrato per assistere le pazienti in ogni momento. Inoltre, seguiamo i protocolli standard preoperatorii  per individuare eventuali patologie concomitanti.

Quali precauzioni consigliate alle pazienti dopo l’intervento?

In Procrea osserviamo le pazienti per i primi 30 minuti dopo il risveglio all’interno del quartiere operatorio. Poi rimangono nel nostro centro per almeno altre 4 ore. Dopodiché le pazienti possono andare a casa solo se accompagnate da un adulto responsabile, con una lettera di dimissione che spiega in modo chiaro le terapie da seguire.

Dr. Jemec, il ginecologo come può ridurre il rischio di complicazioni delle stimolazioni ormonali?

I test diagnostici a cui la paziente viene sottoposta sono molto importanti nel ridurre il rischio di complicazioni. Esami, infatti, come la ricerca di mutazioni dei fattori della coagulazione permettono di adottare, in caso di mutazioni, delle misure preventive che annullano i rischi.

Se la paziente ha un rischio aumentato di avere una risposta eccessiva alla stimolazione, che misure adottate?

Le pazienti che potrebbero presentare una risposta elevata vengono individuate prima della stimolazione grazie a test mirati e vengono scelti dei protocolli adeguati che permettono di stimolare l’ovulazione con basse dosi di ormoni. In questo modo, il rischio che si sviluppi la sindrome da iperstimolazione ovarica è molto più basso.

Quali misure possono adottare le pazienti stesse per ridurre i rischi?

Sicuramente smettere di fumare ed avere un’alimentazione normale. Fumo e obesità  sono infatti nemici della fertilità e della gravidanza. In particolare, raggiungere il normopeso prima del concepimento rappresenta una misura preventiva molto importante.

 

 

Contatto Immediato

Non esitate a contattarci. I nostri esperti sapranno darvi, senza alcun impegno, le risposte che state cercando.

ProCrea

Via Clemente Maraini 8

6900 Lugano

+41 91 924 55 55

info@procrea.ch

Dati sull'autore

ProCrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Devi utilizzare tah e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa Privacy resa ai sensi dell'articolo 13 del Regolamento UE 2016/679

Copyright © 2014. Created by Meks. Powered by WordPress.